mercoledì 14 maggio 2008

J'adore

Claud mi ha invitata a raccontare cosa mi piace fare e io mi sento un po` in imbarazzo. Perche` non sono molto brava a parlare di me e perche`, in fondo, quando ho provato a pensarci mi sono venute in mente solo tantissime cose che NON mi piace fare (lo ammetto, non ho un bel rapporto con il positive thinking). E poi io sono instabile (flessibile suona meglio?), e le cose che mi piace fare variano con il tempo e il luogo in cui mi trovo.
Cosi` mentre andavo dal dentista (ecco, farmi ravanare in bocca per due ore e mezzo e squartare la gengiva non piace per nulla) mi sono sforzata di pensare a qualcosa che mi piace fare.

Mi piace leggere, molto, dai blog ai giornali ai romanzi ai manga (amo un po` meno leggere le tesine dei miei studenti); mi piace andare al cinema e adoro la sensazione di essere totalmente assorbita dal film; a volte mi piace mangiare seduta sul divano; mi piace guardare le serie televisive per non pensare a nulla per un`oretta (pero` non riesco a essere costante e guardo una puntata ogni tanto, T. si chiede come faccia a capire cosa succede); mi piace viaggiare, a volte da sola; mi piace salire in treno a Tokyo e scendere a caso; mi piace guardare il mare; mi piace chiacchierare, tantissimo, anche per tutta la notte, con un buon amico e un bicchiere di buon vino; mi piace controllare la cassetta della posta (e adoravo il fatto che in Giappone il postino passasse due volte al giorno); mi piace pastrocchiare al computer, anche se ne capisco poco; mi piace invitare gente a casa (non sempre); mi piace passare ore da Mandarake, Dorama e Book off; mi piace camminare, ma non in una citta` costruita su colline come quella in cui vivo ora; mi piace tirare la cordicella dell`autobus alla fermata; mi piace mangiare gli onigiri camminando; mi piace tornare a casa la sera e bussare alla porta per farmi aprire.

Sono piu` di sei, lo so, ma mi piace non rispettare le regole.

8 commenti:

stefy ha detto...

Abbiamo molte cose in comune, allora. Tra cui quella di essere appena andate dal dentista... :-(

Claud ha detto...

Lo sapevo... me lo sentivo che sei come un onigiri: nascondi una piacevole sorpresa, non sei semplice da maneggiare e sono davvero lieta di aver inciampato nel tuo blog.

Peccato davvero che la tua voce registrata non sia granché...
;)

Claud ha detto...

Ah, per i link... tranne Mandrake... li metto nel segnalibri della mia prossima reincarnazione, essendo di fatto indecifrabile quasi ogni simbolo eccetto HOME.

A proposito... ho comprato udon e soba... ma il tempo di cottura non è esplicitato in numeri arabi... possono andare bene, mediamente, 4/6 minuti?

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Ciao! che bel meme! Anche io non rispetto le regole :-P e a volte ne pago le conseguenze :-P.
ma meglio rimorsi che rimpianti no?
Non parliamo di dentista però .:-(
Ciao bella
Silvia

zazie ha detto...

@ Stefy: come e' andata la tua seduta? io oggi ho una guancia gonfissima, giro per il dipartimento sperando di non incontrare nessuno!
@ Claud: la mia voce registrata non mi e' mai piaciuta, e' cosi' diversa da quella che sento quando parlo dal vivo (pero' mi sa che e' uguale a quella che sentono gli altri!). Soba e udon sono secchi o freschi? Per quelli secchi dipende dal tipo e dallo spessore, il tempo puo' variare tra i 5 e in 8-10 minuti. Per quelli freschi basta pochissimo, 2-3 minuti in genere.
@ Magnolia: grazie :-)

sonia ha detto...

Ieri, leggendo il tuo post sono andata a vedere cosa sono gli onigiri. Oggi leggendo l'ultimo libro della Yoshimoto ho trovato la parola onigiri e ho sorriso pensando a come nella vita si può sempre imparare!!
Ciao!

Verde ha detto...

nemmeno io sapevo cosa sono gli onigini e l'ho cercato su internet..ora però non vedo l'ora di assaggiarli!

zazie ha detto...

@Sonia & Verde: gli onigiri sono buonissimi! Ogni tanto me li faccio preparare anche qui per il lunch box