domenica 27 gennaio 2008

Indovina da chi vai a cena

Una decina di giorni fa ricevetti una mail con un invito a un potluck party. Qui vanno molto i potluck party. In pratica inviti qualcuno e ti fai portare da mangiare. La mail era firmata con un nome giapponese e cognome non giapponese. Un paio di giorni prima, durante un altro potluck party (che come dicevo sono all'ordine del giorno) avevamo incontrato una coppia giapponese-olandese, non conoscevo il loro cognome ma ero sicura che il nome a firma della mail fosse quello della moglie. Ieri pomeriggio seguendo le indicazioni arriviamo a una mega villa in cima a una collina. "Accidenti, la giovane coppia giapponese-olandese non ci avevano dato l'impressione di vivere in un posto del genere! Wow!". Mentre parcheggiamo, guardo la gente in giardino e sono tutte facce sconosciute. Scendo dalla macchina e vedo venirci incontro un signore, lo guardo meglio e e' un professore di Scienze Politiche che ho incrociato un paio di volte in corridoio. Mentre sto per dirgli "Ma che sorpresa! Anche tu qui", fortunatamente mi precede con un "Benvenuti! Venite che vi mostro la casa". Panico. Arriva la moglie e, accidenti e' vero!, la moglie e' giapponese e anche lei l'ho incrociata qualche volta in facolta'. Pero' ero assolutamente convinta che il suo nome non fosse quello che ha firmato la mail! Insomma, ci siamo presentati a cena dai signori X convinti di essere stati invitati dai signori Y. T. mi guardava perplesso chiedendo spiegazioni, ma non potevo parlare perche' gran parte dei presenti (e sopratutto la padrona di casa) capiva il giapponese. Io sono dovuta correre in giardino perche' non riuscivo a trattenere le risate.
Credo di avere trovato il mio obiettivo per il nuovo anno: ricordami i nomi delle persone che incontro! Quasi quasi mi metto in tasca carta e penna e me li segno!

6 commenti:

sonia ha detto...

Cioè, scusa Zazie ma non sono sicura di aver capito, tu vai a casa di qualcuno che non conosci e porti con te la cena? Del tipo tu ci metti la casa e io il cibo?
Ma come fate? Io anche quando invito qualcuno a cena sono in para a fare qualcosa che piaccia!

zazie ha detto...

@Sonia: si', praticamente funziona cosi'. Tu inviti un po' di gente e poi chiedi "Cosa prepari? Un primo, un secondo, insalata o dolce?". Solitamente il pot luck party si fa quando si vogliono invitare tante persone, ma non si ha tempo/voglia di cucinare per tutte. Quandi invece si invitano poche persone (2-4) chi invita cucina tutto e l'ospite porta qualcosa da bere, o fiori o un dolce (come in Italia).

sonia ha detto...

Ah beh insomma creativo e alleggerisce un po' il lavoro del padrone di casa! Una versione allargata del nostro "Tu se vuoi porta il vino!". Ci penserò se provarlo sugli amici! Al massimo li mando sul tuo blog a prendere informazioni!

zazie ha detto...

@ Sonia: in verita' la qualita' del cibo dipende un po' dagli invitati. Quando ci invitano amici italiani o giapponesi sappiamo di andare sul sicuro, con i kiwi a volte e' una sorpresa (e ti ritrovi 3 ciotole di patate lesse e 2 di cavolfiori con strane salse poco invitanti).

Panzallaria ha detto...

io una volta sono stata invitata ad una festa nella casa x e sono finita ad una festa nel palazzo di fronte, perchè non mi ricordavo bene campanello e sentivo musica uscire...

era la festa di sconosciuti ma mi sono divertita un casino e alla festa vera non ci sono mai arrivata ;-)

panz

zazie ha detto...

@Panz: in questo caso, purtroppo non era una festa cosi' divertente...ma almeno abbiamo mangiato bene :-)