mercoledì 29 agosto 2007

Ka Mate! Ka ora!

L`ufficio immigrazione ha accettato la prima parte dei documenti e ci ha dato il permesso di richiedere la residenza permanente.
Il che significa una luuunga lista di documenti da richiedere (in Italia e Giappone), (far) tradurre, spedire.
Forse dovremo sostenere un`intervista per valutare se siamo adatti o meno a diventare kiwi. Come prepararci?

7 commenti:

Panzallaria ha detto...

un'intervista????
ma poi alla fine ti danno il voto e ti dicono se sei promossa o bocciata????

ciao
panz

tokidoki ha detto...

...il "gesto dell'ombrello", da buona italiana, dovresti riuscire a farlo egregiamente.
In caso l'intervista andasse male, inizia con quello.
Mmm, forse meglio di no....

zazie ha detto...

@ Panz: non so bene come funziona l'intervista, non sempre la richiedono. Ma non essendo noi native English speakers e non avendo mai vissuto in un paese di madrelingua inglese prima d'ora c'e' il rischio che la richiedano. Oltre a mille altri documenti, ovviamente. Comunque credo sia una caratteristica comune a tutti gli uffici immigrazione quella di cercare in tutti i modi di creare problemi (e di spillare soldi).
@tokidoki: non insultare lo haka paragonandolo al gesto dell'ombrello, che da queste parti il rugby non si tocca! E se ti leggono non mi danno piu' la residenza ;-)

rimama ha detto...

ciao ho visto un tuo commento da uno dei nostri amici foodbloggers...
io ho anche questo blog neozelandese... ti seguirò di più ora che ti ho scoperta!
ciao
MARINA

stefy ha detto...

Certo che non è da tutti nella vita diventare un kiwi...:-P

zazie ha detto...

@Stefy:
ammetto che non mi sono ancora abituata al fatto che in neozelandesi si auto-chiamino kiwi. A volte mi scappa ancora da ridere. ^-^;

matteo ha detto...

se diventi kiwi o neozelandese o nuovazelandica che dir si voglia, a Bienno sarà una notizia da prima pagina.
Quest'anno hanno fatto anche dei fastidiosi fuochi artificiali il sabato della mostra, ogni ora dalle 9 alle undici per pochi minuti. Sentendo le bestemmie che tiravano i visitatori che , incastrati nelle viuzze dalla folla enorme, non vedevano nulla, non una gran pensata. Ma volendo potete adottare un pinguino?