lunedì 9 luglio 2007

Si comincia!


Domani ci sarà la mia prima lezione. Spero che gli studenti siano indulgenti, io non lo ero affatto ai tempi dell`università.
Certo che passare da un paese, il Giappone, dove non puoi dare del “tu” quasi a nessuno, se non legato a te da strettissimi vincoli di parentela o di amicizia, a un paese dove gli studenti salutano un insegnante mai visto prima con “Ehi Zazie, come va?” è un bel salto.
(pensandoci neanche in Italia avrei mai osato chiamare per nome un insegnante).
Io mi sono sempre sentita un po` in imbarazzo nella formalità, quindi questa totale informalità mi fa sentire a mio agio. Sono certa che farò delle figuracce terribili con la pronuncia dei nomi (sempre se riuscirò a ricordarli…). E sarò costretta a chieder loro di non parlare a macchinetta con l’accento troppo stretto, o non potrò mai rispondere adeguatamente alle loro domande (o forse potrei usarle la pronuncia come scusa per non rispondere alle domande a cui non so rispondere).

5 commenti:

matteo ha detto...

la soluzione è semplice, di loro che è vietato fare domande cui tu non saresti in grado di rispondere. quali sarebbero queste domande? saranno ben caz loro saperlo. Un po' contorto ma dovresti tenerli impegnati.
In bocca al lupo!
P.S. visto che loro ti chiamano per nome, tu chiamali : " te , tipo/a" ,mi pare ottimo per cominciare. Poi potresti passare ai soprannomi. e buon divertimento

squa ha detto...

In bocca al lupooo!!!

squa ha detto...

Come e- andata -doppio punto interrogativo-

devo risolvere sti- probemi di tastiera, ma tu come fai -punto interrogativo-

tokidoki ha detto...

Mi ricordo il nostro mitico prof. del corso di Algebra all'univ. Prima lezione, prime parole:"Io sono l'insegnante, voi gli studenti. Non devo dimostrarvi che so più di voi. E poi attaccò con la dimostrazione del primo teorema".
Se vuoi tenerli alla larga dai ricevimenti (li fanno anche in NZ?) attacca un cartello fuori dalla porta della tua stanza: "Chiudete la porta prima di entrare."
In bocca la lupo.

pk ha detto...

Your adventures are wonderful. The website is very nice and great fun to read. I love the pictures. That was really funny about the students calling you Z. No NZ student would have dreamt of calling a university teacher anything but "Ma'am" ("Sir") or "Doctor" in my time. How things have changed! Your answer is: "Did you mean Dr Z?"